bilingual blog

this is a bilingual blog written by a single mom who is like many others but who somehow is also different :-)

venerdì 4 marzo 2011

buzz lightyear

l'avevo detto qui, che avevo qualcosa in mente. ora, io non ho mai cucito nulla. ok, un paio di bottoni, forse. e la coccinella dello scorso anno, due punti per fissar la stoffa ai lati e 6 bottoni automatici in tutto. perciò come mi sia venuta l'idea di voler accontentare l'ometto per carnevale, io non lo so.
il mio primo acquisto su ebay era stato fatto in quest'ottica e spendendo il minimo indispensabile, dato che non avevo idea se sarei poi stata in grado di affrontare la cosa o meno. i vecchi schemi mentali, quelli del “non sei capace di”, si son divertiti un mondo, il mese scorso. ed io li ho assecondati, temporeggiando e pensando che, alla fine, il costume l'avrei comprato bello e pronto. questo almeno fino a lunedì.
reduce da un finesettimana allietato dagli mms del lavoro in corso d'opera della mia musa ispiratrice, alla fine, mi son buttata anch'io. quando lunedì sera ho rivoltato il lavoro estratto dalla macchina da cucire e mi sono resa conto di avere in mano davvero un paio di pantaloni creati da me, mi sono sentita quasi onnipotente.
poi, pian piano, è venuto tutto il resto. ieri pomeriggio, arrivata a casa per assemblare il tutto, sono rimasta spiazzata dalla macchina da cucire che si è fermata per non ripartire più. mi hanno salvato la forza di volontà ed il punto festone. ed io sono davvero soddisfatta di me stessa e del risultato.

da stamani a martedì il mio ometto potrà essere buzz lightyear (o, come dice lui quando gli chiedono “da cosa ti vesti?”, toy story 3). 

I had told you here that I had something in mind. now, I have never sewn anything. ok, a couple of buttons, perhaps. and the ladybug costume last year, two points to secure the fabric to the sides and 6 snaps in all. so I really do not know what possessed me when I decided I would have pleased my little boy for carnival...
my first purchase on ebay had been done with this in mind and spending the minimum, since I had no idea whether I would then have been able to deal with it or not. the old thought patterns, that famous "you are not capable of," have been having lots of fun with last month. and I've indulged them, stalling and thinking that, eventually, I would have bought the costume good and ready. at least until last monday.
after a weekend cheered via mms with the work in progress of my muse, in the end, I decided to come into play. on monday night when I turned the work extracted from the sewing machine and I realized I was holding a pair of trousers which had been really created by me, I felt almost almighty.
then, slowly, came the rest. this afternoon, short after coming home to assemble it all, I was puzzled by the sewing machine that stopped working. my willpower and whip stitch saved me. and I am really satisfied and pleased with the result and with myself.

from this morning and until tuesday, my little boy is Buzz Lightyear (or, as he keeps saying when asked "what are you going to wear for carnival?" Toy Story 3).




è per me doveroso ringraziare:

claudia, che mi ha insegnato via telefono i trucchi del mestiere con la macchina da cucire.
movida69, la mia musa - nonché sostegno morale -in grado di fare  'a orecchio' cose così. o così.
l'angolodifrancesca e il suo preziosissimo tutorial per I pantaloni di un pupazzo. l'unico da cui io sia stata in grado di desumere che cosa esattamente avrei dovuto fare :-)
e pinkblog, che mi ha fornito il tutorial per la felpa.

senza di loro, non ci sarebbe buzz lightyear da queste parti.

I absolutely must thank:

claudia, who taught me all the sewing machine tricks by phone .
movida69, my muse - as well as my moral supporter, who can do 'by ear' things like this. or like that .
l'angolodifrancesca and her invaluable tutorial for a doll's pants. the only tutorial through which I was able to identify what exactly I should do :-)
pinkblog and its link to this tutorial for the blouse.

without them, there would be no buzz lightyear around here.

21 commenti:

  1. Gli schemi mentali sono fatti per essere demoliti a colpi di macchina da cucire.
    Sei stata braverrima!

    RispondiElimina
  2. ale, se non avessi rotto quegli schemi mentali, a quest'ora la macchina da cucire me la starei dando in testa io. che un mestolo non basterebbe. e tanto lei è già rotta :-)

    grazie

    RispondiElimina
  3. che meraviglia!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Sono contenta del fatto che non hai mollato tutto, alla prima difficoltà...visto i risultati, ora sei pronta per buttarti nel cucito creativo! Brava, Franny, standing ovation

    baci
    p.s. buon w.e.

    RispondiElimina
  5. brava, brava,bravissima! per il vestito che è meraviglioso ma soprattutto per la tua forza di volontà che ti ha permesso di vincere sugli schemi mentali!
    Beh, diciamo che la macchina da cucire di ha lanciato un messaggio rompendosi < hei, sei pronta per una macchina più professionale!> ora non hai più scampo...baci e buon weekend

    RispondiElimina
  6. Bravissima!
    Credo che convertirò i punti di una raccolta in macchina da cucire. Non saprò dove metterla, ma intanto l'avrò anch'io. E comincerò con i tutorial.
    Oddio, mi hai fatto venire il sacro fuoco :-)

    RispondiElimina
  7. ma è davvero la tua prima volta? no, perché sei stata bravissima! direi che ti puoi lanciare con allegria nel magico mondo del taglia e cuci! Brava davvero!
    mi sa che in questo post c'è anche un'altra "prima volta", la prima foto di tuo figlio in cui si vede il suo viso! è proprio un bel cucciolotto!
    insomma cara mia, non mi sembri proprio una che "non è capace di...", direi anzi proprio tutto il contrario!
    baciuzzi

    RispondiElimina
  8. Stupendo Buzz Lightyear!! Lui è molto fiero della sua mamma e anche lui pensa che tu sia onnipotente! Di tutto quello che pensano gli altri poi, in fondo, che t'importa? ;)

    RispondiElimina
  9. btavissima :-)
    ma tanto tanto tanto :-)

    RispondiElimina
  10. ecco. sono talmente emozionata nel vedere questo capolavoro che non riesco più nemmeno a scrivere in italiano....

    bRavissima

    ...non btavissima....
    sorry :-)

    RispondiElimina
  11. grazie giu!

    ti ho pensata tanto ieri. che son stata in un posto delizioso. la prossima volta se mi riesce ti ci porto :-)

    RispondiElimina
  12. grazie mammasorriso. e sì, ebbene sì, mi sto già guardando attorno alla ricerca di una vera macchina da cucire in offerta... mi sa che sono entrata nel tunnel ... :-)

    RispondiElimina
  13. annalisa, io ti avverto che coi tutorial non se ne esce più. altro che sacro fuoco, ti ritrovi a pensare di rifarti casa ... :-)

    RispondiElimina
  14. valeeeeeee!!!! che bello averti (anche) qui. e sì, giuro, era la prima volta. e complimenti per l'occhio aguzzo. che il piccoletto davvero il davanti non l'ho fatto vedere quasi mai. ma in questo caso non mi potevo esimere...

    baciuzzi (anche alla gnoma)

    RispondiElimina
  15. eagle, e io che credevo fosse la birra... ;-)

    (grazie, smack)

    RispondiElimina
  16. elena, ieri sera al telefono mi ha detto:

    mamma, lo sai che non mi ha riconosciuto nessuno? tutti dicevano 'buzz buzz buzz', ma nessuno ha detto 'guarda, un bambino!'

    :-D

    RispondiElimina
  17. è stupendo!!! Sei stata bravissimaaaa!

    RispondiElimina
  18. Non dirlo a Gigio (il mio orsetto), ma i pantaloni stanno "meglissimo" a tuo figlio che al mio pelouche!
    Sono molto contenta che il mio tutorial sia servito, e devo dire che sei stata davvero brava!

    RispondiElimina
  19. francesca (cara la mia omonima), io se vuoi a gigio non glielo dico. però davvero senza di te (& lui) non sarei arrivata qui.

    grazie ancora :-)

    RispondiElimina

ciao, sono lieta che tu sia qui e che tu abbia dedicato del tempo per lasciare il tuo commento. io tornerò presto da te. ♥

hi, I'm glad you're here and you've found time to leave your comment. I'll get back to you soon. ♥