bilingual blog

this is a bilingual blog written by a single mom who is like many others but who somehow is also different :-)

sabato 16 aprile 2011

bei pensieri a caso - beautiful random thoughts

Vivo in un piccolo paese. La gente forse mormora, non so. Più che altro mi sono accorta che, se vai in giro con le stampelle e non ha 120 anni, si zittisce.
A meno che non sia il vecchietto che tiene l'orto adiacente a casa tua e che di solito si limita ad un cenno di saluto quando gli passi accanto con l'auto. Che invece, da quando hai le stampelle, sai che anche sua moglie dovrebbe essere operata alle ginocchia. E ogni giorno s'informa sui tuoi progressi. E ti regala quintali d'insalata. Oggi mi ha vista in bici e mi ha gridato: a te non ti ferma più nessuno. :-)
I live in a small village. people murmure, perhaps, I do not know. More than anything I noticed that if you go around on crutches and you are not 120 years old, people stop talking.
Unless it's the old man who keeps a kitchen garden adjacent to your house and who usually merely nodded when you drove in with your car. Instead, since you have crutches, you know that his wife should be operated to her knees as well. And he inquires about your progresses every day. He gives you tons of salad for free. This afternoon he saw me on my bike and shouted: nothing's gonna stop you now. :-) 

Ho un nuovo diario. Personalissimo e protetto. Online.
Ho iniziato a 13 anni a scrivere il diario segreto e non so dire quando ho smesso. Nel garage di mia madre (lo so, avrebbe fatto più figo scrivere 'in soffitta da mia madre', ma mia madre non ce l'ha una soffitta e io sono realista) ne ho trovati un mucchio, non molto tempo fa.
Un'amica mi ha detto di tenere un diario. Ed io, che ora mi ritrovo con tutti i miei percorsi psicologici guidati momentaneamente interrotti, mi son detta: perché no?
È meraviglioso. Ci butto dentro tutta me stessa. Soprattutto ci vanno tutte le riflessioni, i pensieri e le note di quegli ambiti della vita che sono talmente privati da non poter finire in un blog. Scriverli nero su bianco, però, mi aiuta a mettere a fuoco, aggiustare il tiro e centrarmi.
E farlo ogni giorno è la chiave di volta. Perché scriver di tanto in tanto qualche riga sulla moleskine, in questo momento per me non è sufficiente.
La mia agenda 2011 cartacea crucca piena di post-it sta già andando in disuso.
I have got a brand new diary. It's personal and protected. Online.
I started when I was 13 writing a secret diary and I cannot say when I gave up. In my mother's garage (I know, 'in my mother's garret ' would be smarter but my mother does not have a garret and I am a realistic person) I found a pile of diaries not so long ago.
A friend recently told me, she keeps a diary. And now that I find myself with all my psychological paths momentarily interrupted, I said to myself: why not?
It's wonderful. I just throw in it all of myself. Above all, there are all my remarks, thoughts and notes concerning those areas of life that are so private that they can not end up in a blog. To write them down, however, helps me to focus, concentrate and adjust my aims.
And doing it every day is the key. Since writing a few lines from time to time on my moleskine, at this moment is not enough for me.
austrian 2011 engagement book full of replaceable slips is already going into disuse.

Scrivere. Ho sempre scritto, credo.
Ci ho riflettuto su dopo un'incursione odierna in uno dei blog che seguo. Che io mi chiedo perché una che scrive così la pubblichino aggratis o le rubino i testi. Ma tant'è.
Sono corsa a controllare di aver reso privato un racconto scritto da me anni fa nel mio blog precedente. L'ho copiato e incollato nel diario (ah, i vantaggi del diario online! Ci metto persino le foto. E i link alle canzoni, come questa) e l'ho riletto.
È che di solito quando qualcuno mi dice che scrivo bene, non gli credo. E invece mi rendo conto che a volte è proprio così.
Writing. I've always written, I think.
I've thought about it today after a raid in one of the blogs that I follow. I wonder why someone who writes in that way is only published for free or is bestolen of her texts. Alas!
I immediately went to check if I had made ​​private a story I wrote some years ago in my previous blog. I copied and pasted it in my diary (ah, the benefits of an online diary! I can even put photos in it. and the links to some songs, like this one) and I re-read my story.
It's just that usually, when someone tells me that I really can write, I do not believe him. Only, today I realized that sometimes I should.

Oggi ho pedalato per quasi un'ora. Sono tornata al fiume.
Ora sono un po' stanca. Il ginocchio duole un poco, sarà che il tempo sta girando al brutto.
E sono a casa sola. Potrei leggere un libro. Guardare un film. Fare un tuffo nell'idromassaggio...
A pensarci bene, la mia nuova vita, mi regala un sacco di opportunità. Non è sempre facile, no. Del resto non lo era neanche prima. Ma mi sembrava di vivere in prigione. Ora volo anche stando a sedere sul divano, per dire.
Today I rode on my bike for nearly an hour. I went back to the river.
Now I'm a bit 'tired. My knee hurts a little, maybe because the weather is turning to the worse.
And I'm home alone. I could read a book. Or watch a movie. Or even take a dip in my whirlpool ...
On second thought, my new life gives me a lot of opportunities. It is not always easy, no. But before it wasn't easy either. And it seemed to me I was living in a prison. Now I can fly even while sitting on my couch, so to speak.

20 commenti:

  1. Bella la storia del diario online, fai benissimo. Ma il ginocchio ora come va? Bacioni, ti auguro un buon weekend

  2. Sì, scrivi bene :-)
    E il diario online ce l'ho anch'io, ma non sono brava come te e ci capito ogni tanto.
    Però una volta ho preso una moleskine e ci ho scritto tutti i giorni quello che facevo, i giri, le spese, qualche pensiero, e facevo foto e le stampavo piccole e le incollavo sulle pagine. Poi l'ho regalato a un amico lontano per fargli sapere come si viveva da queste parti. E' stata una bella cosa.
    Mi hai fatto venire voglila di ricominciare con un diario serio :-)

    (ah: anche le foto molto belle, sì, e, mi pare, anche una bellissima bici)

  3. L'idea del diario la trovo ottima! E dev'esserlo anche quell'insalatina fresca fresca dell'orto.. ;)

  4. gorgeous photos, as always. I, too, have written journals for a long long time. I tried out 750 words but it was too intense having to do it. I did that before when doing the artist's way and I like writing in a journal, it helps my mind be calm but I like the whole book - pen to paper - thing better than typing on a computer. so I'm back to that. got a new journal today.

  5. paola, sìsì il diario mi piace assssssai!
    il ginocchio migliora di giorno in giorno. mi sa che i prossimi giorni di reclusione saranno molto operativi ehehehe :)

    baci, buon weeekend

  6. annalisa, ahahahahaha senti chi parla... di scriver bene, dico. detto da te lo prendo come un complimentone. grazie.

    quel che tu scrivevi sulla moleskine (che figata l'idea di regalarla!) è un po' quel che io metto nel diario online ora.
    lo so, cartaceo è più bello e darebbe molta più soddisfazione. ma ho fatto una scelta mirata. scrivo sul blog, leggo altri blog. adesso sono a casa e ho tempo da vendere. appena torno alla vita ufficio-casa-bambino sarà più arduo ritagliarmi il tempo per il diario. e online mi sa che faccio prima... :)

    per la cronaca, io ho scelto l'applicazione gratis di

    ha pochissime funzioni, ma a quelle a pagamento posso rinunciare. le foto si posson mettere. e poi mi son messa l'opzione di ricevere ogni giorno una mail da penzu che mi ricordi di scrivere sul diario. e ogni giorno arriva con un aforisma o uno spunto di riflessione su cui scrivere. :)

    grazie anche per le foto.
    e la bici è vecchissima ma è ancora un gioiellino. ah, sì, nelle foto non si vede. è una bici da uomo. mai usato bici da donna, io. :)


  7. elena, l'insalatina ERA ottima. è già stata triturata e digerita :)
    e il diario, chissà com'è che l'idea ti piace? ;)

  8. hi nina, I'm always glad you like my photos! :)
    as for the journal, I agree with you. the pen to paper thing is surely better and much more personal.
    but I know I wouldn't be constant on that, due to lack of time. as soon as I'll get back to work it would be difficult to find time for it every day.

    I chose the free version of

    it's really basic, but since I can put photos in it, for me it's enough.

    I'm sure your journal is very well written and profound.

    I wish you a wonderful weekend with your kid :*

  9. forse son io che vengo a vivere lì, così mi spieghi come fai ad avere tutto sto tempo e sta tranquillità...

  10. mamma f, sono in mutua, ricordi? e non ho più un uomo per casa. e ho un bambino che ogni tanto c'è e ogni tanto no, giacché è con l'uomo di cui sopra. :) sfido io, che ho tempo e tranquillità...

    comunque vieni quando vuoi. :)

    ps: della tranquillità se ne può parlare oltre. e il tempo, volendo, lo si trova. io l'ho sempre trovato. magari non dormivo. però il mio tempo me lo son sempre preso :)

  11. Mi hai fatto venire in mente un cartoon che guardava il Gormitone quando era piccolo, adesso purtroppo non lo trasmettono più. Parlava di Bing e Bong, due simpatici e piccoli alieni che viaggiavano attraverso un universo pacifico e colorato utilizzando come astronave il divano di casa.

  12. ale, mai visto. però quanto al divano di casa negli ultimi giorni direi che potrei scrivere un libro, da tanto ha vissuto :D

  13. prendersi il tempo per sè è fondamentale...

    anch'io , con il congedo parentale ( non retribuito ,sigh ) , sto apprezzando tante più cose e spero di riuscire a non stressarmi,quando tornerò a insegnare!

    ho iniziato ad avere un diario a 8 anni.
    ho sempre scritto.
    quest'anno ho scritto addirittura un romanzo...privato ( nel senso che non intendo pubblicarlo )!

    spero che la tua guarigione sia prossima e... sì, so come sta andando la tua vita!;-)

  14. Penzu anch'io... :-)))
    Mi sa che attiverò l'avviso, allora, magari mi aiuterà.
    Io pensavo di mettere tutto lì e poi, quandi avrò tempo, o sarò vecchia, o non avrò altro da fare (...!) potrò tirarmi giù tutto lo scritto e aggiungere le foto in carne e ossa e così via.

  15. life, ci sono momenti nella vita (un congedo parentale, un mese di mutua) che impongono di fermarsi. o di rallentare il ritmo. e se li vivi bene, sono momenti che sanno dare tanto.

    il mio romanzo si è perso tempo fa, dissolto nel nulla quando ci è morto il pc la prima volta. no, non avevo fatto il backup. è chiaro che doveva andare così...

    e sì, la guarigione completa si avvicina :)

  16. annalisa, evvai di penzu!!!! :)
    se ti prende quanto ha preso me, mi sa che gli avvisi non ti servono. ma sono carini. e val la pena metterli, secondo me.

    io ci sto mettendo le foto per una sorta di percorso personale che sto compiendo. mi aiutano a fissare l'attimo che sto vivendo e danno più intensità al presente.

    poi vabbè, io sono click addicted. non è una novità :)

  17. Com'è che ti ho trovato? Non mi ricordo per quale post in particolare, ma per come l'hai scritto...mi piace leggerti.
    Ho pure io un diario online, che non aggiorno quasi mai...incostante come m'hai dato l'idea di utilizzarlo per visionare progressi, regressi, mutamenti in penserò su

    p.s. bella la musica ;)

  18. giu, tu non fai testo, mi segui da un'altra vita. là si che, di tanto intanto, scrivevo qualcosa come si deve... :)

    dai, che il diario online è una spazialata. riprendilo, su! :)

    ah, ti piace la musica? ;)


  19. ahhh, l'ha capito anche il vecchietto che non ti ferma nessuno!! ah, ah, ah
    anch'io da piccola scrivevo il diario...ora non più ma la trovo un'idea meravigliosa...forse servirebbe anche a me in questo momento: mettere per iscritto certi avvenimenti mi aiuterebbe a sfogarmi, fare chiarezza e trovare una penserò, anche se devo essere sincera, mi piace il fascino del diario cartaceo da sfogliare, con la mia calligrafia che rispecchia magari il mio umore del momento! un abbraccio

  20. ahahahah, deb, che ridere! :D

    quanto al diario, mai messo in dubbio il fascino del cartaceo. anzi. io poi sono una grafomane con la mania dei colori, della cancelleria più strana e degli arzigogoli. se vado a riprendere le mie smemo e i miei diari, quelli dei primi anni degli uni-posca, per intenderci, penso che da grande avrei potuto occuparmi di grafica.

    abbraccio ricambiato :)


ciao, sono lieta che tu sia qui e che tu abbia dedicato del tempo per lasciare il tuo commento. io tornerò presto da te. ♥

hi, I'm glad you're here and you've found time to leave your comment. I'll get back to you soon. ♥